Cosa è il bruxismo

In estrema sintesi il termine bruxismo racchiude diverse condizioni, includendo sia il digrignamento che il serramento dei denti e/o delle mascelle, e si può presentare sia durante il sonno che durante la veglia.

Uno dei principali luoghi comuni, sia da parte dei pazienti che di molti odontoiatri, è pensare che il bruxismo consista solamente nello sfregamento dei denti con conseguente usura. In realtà, tenere le mascelle serrate con i muscoli contratti è un’attività muscolare che è potenzialmente anche più deleteria, in quanto è associata a dolori ai muscoli masticatori ed alle articolazioni della mandibola (le articolazioni temporo-mandibolari), e potenzialmente anche a cefalea.

Poiché il bruxismo è secondario ad una elevata tensione emotiva, è fondamentale educare alla necessità di non tenere le mascelle serrate. (deprogrammazione neuromuscolare)

Questo consentirà di evitare le possibili conseguenze negative e di gestire, mediante feedback positivi, la tensione emotiva in maniera autonoma.

Puoi trovare approfondimenti sul bruxismo sul sito www.disordinitemporomandibolari.com